Logo ilPrestito
Numero Verde: 800910630
Area Clientiarea Clienti

area partnerarea partner

Le News

24/08/2009 - Gruppo Intesa interessata al gruppo bancario Delta

Intesa San Paolo è interessata a valutare l’acquisizione del Gruppo Bancario Delta, la società di credito al consumo controllata dalla Cassa di Risparmio di San Marino che ne detiene circa l’84%. Secondo quanto affermato dai sostituti procuratori forlivesi Fabio Di Vizio e Marco Forte con l’inchiesta “Varano”, che ha portato - il 4 maggio 2009 -  all’arresto di alcuni Dirigenti di Delta e di Cassa di Risparmio di San Marino, il gruppo bancario bolognese avrebbe consentito di «sprovincializzare» la Cassa di Risparmio di San Marino, consentendole di esercitare ‘liberamente’ attività bancaria e finanziaria nel territorio italiano, impedendo in tal modo a Banca Italia una valutazione critica ed esaustiva.

Come diretta conseguenza dell’inchiesta Varano, arriva il dictat di Banca d’Italia (che in seguito alle vicende del 4 maggio ha inviato i propri commissari al fine di garantire la continuità operativa del Gruppo bancario) di riportare la quota del più antico istituto di credito sammarinese al di sotto del 30%, dopodiché è iniziata una serie di negoziati per trovare un partner bancario interessato all’acquisizione di Delta. Tra le tanti voci che si rincorrevano nei corridoi delle società del Gruppo, la più consistente era quella che voleva il Gruppo Intesa interessato alla holding bolognese. La conferma di ciò è, quindi, arrivata direttamente da Corrado Passera, amministratore delegato di Intesa, il quale, alla domanda se a breve ci sarà la due diligence, rispondeva così: "Sì, se ci sono le condizioni!".

Nei giorni scorsi indiscrezioni avevano riferito di una lettera inviata da Intesa San Paolo alla banca sammarinese nella quale si esplicitava appunto la disponibilità ad approfondire il dossier. La banca guidata da Passera starebbe facendo la due diligence per rafforzare con Delta (le cui principali controllate sono Carifin Italia Spa e Plusvalore Spa, società operanti nel settore dei prestiti personali, dei prestiti finalizzati, delle cessioni del quinto dello stipendio, delle carte di credito revolving e dei leasing) la propria presenza nel credito al consumo e integrarla con Neos, la propria società operante nel settore.
A inizio 2008 Delta deteneva una quota di mercato del 3,9%, un totale attivo di 4,5 miliardi di euro e un patrimonio netto di poco superiore a 400 milioni di euro. Nessun commento ufficiale da parte della Cassa di Risparmio. Oggi si è riunito il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione che ha preso atto delle decisioni adottate dal Tribunale del Riesame di Bologna di mantenere agli arresti domiciliari gli ex vertici della banca e di Delta. A breve si terrà un incontro allargato a tutti i legali della difesa per verificare quale strada percorrere nell’immediato.

Intanto, al Meeting di CL a Rimini, Passera, intervenuto ai lavori insieme al segretario generale della Cisl Raffaele Bonanno e al presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini, ha ricordato che l’economia in molti paesi del mondo ha smesso di calare. Un fatto questo che di per sé non è ancora una buona notizia, ma che fa intendere che è finita la fase critica. Secondo il top manager l’Italia ha forze superiori perché non ha dismesso, come altri paesi, i settori tradizionali, ma questo non basta: “Serve un shock positivo all’economia e alla società perché – ha concluso – un Paese che non ha un piano in cui crede rischia quello a cui oggi stiamo assistendo: la mancanza di crescita”. NIM (Fonti: sanmarinoweb.com - newstin.it - sole24ore)

Torna all'elenco news

ilPrestito ...ti prende per mano - Prestiti Personali
ilPrestito è un marchio di NiM Consulting S.r.L. - P.IVA: 02514590807 - Iscr. OAM n. A7892 - ISVAP n. E000287795
Progettazione e sviluppo web: Soluzioni-Internet.eu
Copyright 2009 - 2018 © - Tutti i diritti riservati - Privacy
Valid XHTML 1.0 Transitional  Valid CSS